Buongiorno Anime Luminose,

oggi vi propongo un rimedio assai benefico per risanare corpo e spirito.

L’acqua blu solarizzata.

L’acqua è un elemento vivo, è energia vibrazionale. L’acqua è uno dei quattro elementi, ed essa è associata alla sensibilità ed alla profondità delle emozioni.

Creare l’acqua blu solarizzata è molto semplice: occorre acqua di fonte o di rubinetto, una bottiglia di vetro di colore blu con tappo in sughero o di plastica, non di metallo e la luce solare.

Una volta riempita la bottiglia blu di acqua, questa deve essere esposta senza tappo ai raggi solari per almeno un’ora o più. E’ anche possibile applicare sulla bottiglia un biglietto con indicate potenti parole es. “Grazie”, “Ti amo”, “sono in salute” etc. Ricorda che l’intenzione è molto importante ed aggiunge vibrazioni positive ed amorevoli all’acqua.

Dopo questa esposizione, l’acqua si sarà caricata con l’energia del sole e sarà pronta a vari usi. Potrà essere usata per bere, cucinare, lavarsi, prepararsi un caffè. Basterà anche aggiungere quest’acqua a quella che state già usando per trasferire le proprietà benefiche anche quest’ultima in pochi minuti.

Perchè usare l’acqua solarizzata blu?

Il colore blu ha proprietà antibatteriche, agevola la meditazione e l’evoluzione spirituale; su un piano più sottile il blu si collega al chakra della gola centro energetico importante che attraversa i centri superiori ed inferiori e viceversa.

E’ anche scientificamente dimostrato come il colore blu abbia un forte impatto sulla nostra mente, sui processi decisionali e sul nostro comportamento, riesca a curare il fisico e lo spirito ripristinando il corretto equilibrio tra le due parti.

Il blu è il colore delle divinità, il cielo blu ci trasmette una piacevole e rilassante giornata, i raggi di luce blu hanno effetto calmante in caso di insonnia, stress e infiammazione.

Tutti possono bere quest’acqua, sia i bambini che gli anziani senza alcuna controindicazione.

L’uso di acqua blu solarizzata è consigliato e spiegato nel libro Zero Limits di Joe Vitale.